Linguine allo scoglio

Linguine allo scoglio: Ho provato le linguine Monograno Felicetti con un piatto tipico della mia terra.

Niente ferie e estate inoltrata? Porta a tavola il mare

Per me mangiare il pesce d’inverno è un sacrificio. Il pesce mi piace, ma in alcuni periodi, specialmente in inverno, non riesco a mandarlo giù. Con l’estate, la voglia di mangiare qualcosa di più leggero e fresco mi rende più propensa a cucinarlo.

Ho provato le linguine Monograno Felicetti e devo ammettere che il risultato è stato sorprendente. Solitamente si tiene in poco conto il valore della pasta e qualche euro in più non lo si vuole spendere, pensando erroneamente che la pasta sia tutta uguale. Non c’è niente di più sbagliato. Questa pasta ti fa sentire davvero felice di essere italiano! Provare per credere! 

1

Linguine allo scoglio


Ingredienti:

  • 240 g di linguine Monograno Felicetti
  • 150 g di cozze sgusciate
  • 3 calamari medi
  • 200 g di peperoni friggitelli
  • ½ limone
  • 20 g di prezzemolo
  • 50 ml di whiskey
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • sale q.b.

In una pentola portare abbondante acqua ad ebollizione. Aggiungere un pizzico di sale grosso e  cuocere le linguine per circa 6 minuti (poco meno del loro tempo di cottura). 

Contemporaneamente in un pentolino mettere un filo di olio, il prezzemolo e dopo poco le cozze nettate. Girare il tutto e aggiungere mezzo bicchiere di acqua. 

In una padella abbastanza grande mettere i peperoni tagliati a striscette. Saltarli con un filo d’olio e una presa di sale. Quando i peperoni saranno dorati raccoglierli con una schiumarola. Nella stessa pentola mettere i calamari tagliarli a rondelle e lasciarli cuocere girando delicatamente. Giunti a cottura aggiungere un pizzico di sale e tirarli con il whisky.

Aggiungere nella padella con i calamari la pasta e le cozze con il proprio guazzetto, cuocendo il tutto a fuoco medio. 

In fine aggiungere il succo di limone e servire il piatto caldo.

3

Link consigliato

http://www.felicetti.it/it/

http://www.caramelcandybyrf.com/blog/2016/08/05/cibus-2016-terza-parte/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*