Risotto con prosciutto e melone

Risotto con prosciutto e melone: nel post sul Cibus 2016 vi avevo parlato del riso Acquerello, che qui ho usato per uno risotto tutto nuovo.

Ciao ragazzi e ragazze!

Già nel post sul Cibus 2016 vi avevo parlato del riso Acquerello. Io adoro questo riso! Ho provato un risotto tutto nuovo. C’è chi sicuramente mi prenderà per pazza. Sì, avete letto bene, ho messo del melone nel risotto. Normalmente la frutta non rientra nei risotti tipici italiani, ma ho voluto tentare.

D’estate non amo il risotto,di solito preferisco un’insalata di riso per la sua freschezza. Ho pensato un risotto che esprimesse al meglio la stagione estiva. Così mi sono ispirata ad un antipasto tipico estivo del sud Italia ovvero prosciutto crudo e melone.

Risotto con prosciutto e melone

1


 

Ingredienti

  • 200 g di riso Acquerello
  • 700 g di melone (nettato)
  • 100 g di prosciutto crudo a dadini
  • 120 g di parmigiano reggiano grattugiato
  • 70 ml di acqua
  • 150 ml di vino bianco
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • sale q.b.

Frullare 500 g di melone fino a ottenere una polpa uniforme. Versare la polpa in una pentola, aggiungere il vino e l’acqua. Nella stessa pentola aggiungere il riso a freddo. Cucinare il tutto a fuoco medio.

Mentre il riso cuoce assorbendo i liquidi, girare ogni tanto per evitare che il riso si attacchi alla pentola.

A metà cottura aggiungere un filo di olio extravergine d’oliva e tre pizzichi abbondanti di sale.

Nel frattempo tagliare i restanti 200 g di melone a pezzi molto piccoli. Quando i liquidi nella pentola saranno stati quasi tutti assorbiti dal riso, aggiungere il prosciutto a cubetti e lasciare cuocere per qualche minuto. Poi aggiungere i pezzetti di melone e girare per circa 30 secondi.

Spegnere il fornello e aggiungere il parmigiano reggiano. Mantecare nella pentola ancora calda e servire.

Il tipo di formaggio da usare può variare a seconda della dolcezza del melone. Se il melone è molto dolce consiglio di usare un formaggio più sapido come il pecorino. Comunque è meglio evitare di un frutto troppo maturo che potrebbe diventare troppo preponderante e potrebbe perdere consistenza nella fase finale della cottura.

Link consigliati

Cibus 2016

Acquerello

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*